Registrati al forum Sabor Latino! E' semplice e gratuito!
Troverai molto più di quel che credi!
Ricordati di presentarti una volta registrato/a così potremo darti una mano a destreggiarti nel forum!
Buona permanenza!
AI NUOVI ISCRITTI DEL FORUM: PER AVERE ACCESSO ALLE SEZIONI BLOCCATE, E' GRADITA ALMENO UNA PICCOLA PRESENTAZIONE E UNA PARTECIPAZIONE AL FORUM...TUTTO QUESTO PER TUTELARE IL NOSTRO LAVORO! LO STAFF DI SABOR LATINO VI AUGURA UNA BUONA PERMANENZA!

Accedi

Ho dimenticato la password

Scegli la lingua

Ultimi argomenti

» presentazione
Sab Feb 21, 2015 12:57 pm Da Pantera del latino

» Dedica a una persona speciale.
Sab Set 07, 2013 8:55 am Da Pantera del latino

» SuperEsposito Unchained di Marco Travaglio - il F.Q. 21/8/2013
Gio Ago 22, 2013 6:13 am Da Pantera del latino

» Alejandro Fernandez - Yo nací para amarte
Mer Ago 21, 2013 10:06 am Da Latin sensation

» Gli omosessuali e l'amore
Mar Ago 20, 2013 10:02 pm Da Latin sensation

» ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL FORUM
Mar Ago 20, 2013 7:32 am Da Pantera del latino

» REGOLE DEL FORUM
Mar Ago 20, 2013 7:18 am Da Pantera del latino

» Conosciamoci meglio...
Lun Ago 19, 2013 11:14 am Da Pantera del latino

» Ken molla Barbie!
Sab Mar 02, 2013 6:50 pm Da Latin sensation

Chi è in linea

In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 54 il Ven Lug 22, 2011 9:36 pm

Sondaggio

Di che danza sei?
63% 63% [ 17 ]
11% 11% [ 3 ]
26% 26% [ 7 ]
0% 0% [ 0 ]
0% 0% [ 0 ]
0% 0% [ 0 ]
0% 0% [ 0 ]
0% 0% [ 0 ]
0% 0% [ 0 ]
0% 0% [ 0 ]

Totale dei voti : 27

News dal mondo

Consulta il tuo oroscopo qui!

Vota il nostro forum!


Migliori Siti

"Cantare bene e ballare bene
significa essere ben educati."

MY HOUSE ON WEB


    SuperEsposito Unchained di Marco Travaglio - il F.Q. 21/8/2013

    Condividere
    avatar
    Pantera del latino
    AMMINISTRATORE
    AMMINISTRATORE

    Maschile Bilancia Messaggi : 5602
    Reputazione : 58
    Data d'iscrizione : 17.02.10
    Età : 42
    Località : Cagliari
    Occupazione/Hobby : Maestro di danza sportiva qualificato, dancer e giudice di gara
    Umore : ottimo

    SuperEsposito Unchained di Marco Travaglio - il F.Q. 21/8/2013

    Messaggio Da Pantera del latino il Gio Ago 22, 2013 6:13 am

    Nella bizzarra convinzione che sputtanando il
    giudice si assolva il condannato, il Giornale
    pubblica ogni giorno a puntate le avventure del
    giudice Antonio Esposito: l’avvincente feuilleton si
    avvale di testimoni super partes, che disinteressatamente
    accorrono a compiacere B. narrando ai
    segugi sallustiani le gesta dell’alto magistrato fin
    dalla più tenera età. Ne emerge la figura di un supereroe
    da cartoon giapponese, dotato di uno stomaco
    di ghisa (è sempre lì che mangia con qualcuno)
    e ossessionato sin dall’infanzia dall’incubo
    B. (non parla d’altri che di lui, come Sherlock Holmes
    di Moriarty, come Eliot Ness di Al Capone,
    come Basettoni di Macchianera). Ieri sul Pornale ,
    nell’ultima puntata della saga, il commissario
    Zuzzurlo ha scovato un tale Massimo Castiello da
    San Nicola Arcella (Cosenza) che dal 2011 non
    vedeva l’ora di liberarsi di un terribile segreto: una
    cena a casa sua, ospiti d’onore l’attore Franco Nero
    in arte Django e naturalmente lui, SuperEsposito,
    che per l’intero pasto avrebbe ammorbato i
    commensali con feroci invettive contro B.: “Mi
    sta proprio sulle palle... Si salva sempre.. gli avvocati...
    la prescrizione... Ma se mi dovesse capitare
    a tiro gli faccio un mazzo così...”. Già che c’era,
    il nostro eroe avrebbe tirato in ballo anche
    Wanna Marchi, da lui condannata nel 2009 subito
    dopo un’altra cena a Verona – anch’essa svelata
    dal Pornale – in cui avrebbe sparlato di lei e di B.
    (dunque, secondo la logica arcoriana, innocente
    pure lei). Esposito smentisce con tanto di testimoni.
    In attesa che l’ennesimo processo per diffamazione
    chiarisca chi mente fra i Sallusti boys e
    il giudice (noi un’ideuzza ce l’avremmo), siamo in
    grado di rivelare i prossimi episodi della serie.
    Con nuovi, mirabolanti colpi di scena.
    I compagni di merendine. Giggino ’o Scannafemmine,
    autorevole imprenditore di Vallo della Lucania,
    rivela al Giornale che nel primo dopoguerra
    Esposito fu suo compagno di banco alle elementari,
    e spesso gli rubava la merendina con espressioni
    del tipo: “Questo è un esproprio proletario:
    ora tocca a te, ma un giorno, appena mi capitano a
    tiro Berlusconi e Wanna Marchi, gli faccio un
    mazzo così”.
    Scherzi da prete. Padre Incoronato Molestia, parroco
    della chiesa di Santa Fuggitiva ad Agropoli,
    ricorda che il piccolo Esposito terrorizzava gli
    amichetti dell’oratorio tirando loro i capelli, poi si
    giustificava in confessione: “Che ci posso fare, padre,
    è più forte di me: da grande voglio fare il giudice
    per strappare la chioma finta a Berlusconi e
    quella tinta a Wanna Marchi”.
    Ammazza la vecchia. Gennaro ’o Squartaguaglioni,
    prestigioso assistente sociale ultracentenario
    di Sapri, ricorda perfettamente in un’intervista al
    Giornale quando, nei primi anni 50, il giovane
    Esposito prestava opera di volontariato in un
    ospizio: si faceva consegnare una vecchina al giorno
    per portarla a spasso, la aiutava ad attraversare
    la strada, poi la spingeva sotto le ruote della prima
    automobile di passaggio urlando: “Mi alleno per
    Berlusconi e Wanna Marchi”.
    Rasta il Selvaggio. Tonino ’o Ciucciasangue, decano
    dei vigili urbani di Castellabate, vuota il sacco
    con il Giornale: ormai prossimo alla maggiore
    età, un irriconoscibile Esposito coi capelli rasta e i
    piercing dappertutto, dalle sopracciglia all’ombe -
    lico, si aggirava nottetempo per le strade di periferia
    armato di bomboletta spray e imbrattava i
    muri, sempre con la stessa scritta, all’epoca incomprensibile
    ai più: “Wanna Marchi e Berlusconi
    finirete in schiavettoni”.
    Tressette col morto. Totonno ’o Scarrafone, titolare
    della cattedra di Furto con Scasso all’Uni -
    versità Campania-3, svela al Giornale che una sera
    dell’estate del 1979 invitò a casa sua il giudice
    Esposito, l’inseparabile Franco Nero, Giovanni
    Rana, Roberto Carlino e la buonanima di Bombolo
    per una partita a tressette, purtroppo funestata
    dalle continue truffe del giudice Esposito,
    che estraeva continuamente dal polsino le carte
    vincenti che gli aveva precedentemente passato
    Ilda Boccassini. Esi giustificava col dire: “Al confronto
    di Berlusconi e Wanna Marchi, io
    sono un principiante”.
    l giudice pirata. Il maresciallo Pascalone
    ’a Mazzetta, comandante in pensione dei
    carabinieri di Paestum, rammenta perfettamente
    in una lettera al Giornale
    quando, nel 1987, fermò sul lungomare
    cilentano un energumeno, poi qualificatosi
    come il giudice Esposito, a bordo
    della sua fiammante Mercedes del 1971
    mentre sgasava a tutta birra a 12 km l’ora
    e tentava di sfuggire alla contravvenzione
    con la scusa che doveva raggiungere al
    più presto Arcore per arrotare Berlusconi
    e, inspiegabilmente, anche Wanna
    Marchi.
    Ultimo stadio. Don Rafe’ ’o Scurnacchiato,
    filosofo napoletano e appassionato di
    calcio, racconta al Giornale un’indimenticabile
    domenica in tribuna laterale allo
    stadio San Paolo nei primi anni 90 in
    occasione dell’incontro Napoli-Milan: al
    suo fianco uno scalmanato signore con
    gli occhiali, una vera iradiddio, proferiva
    epiteti irriferibili all’indirizzo dell’arbitro,
    sospettato di favorire smaccatamente
    i rossoneri. Quando lo sentì berciare
    “cornuto venduto pagato da Berlusconi!”,
    non ebbe più dubbi: era il giudice
    Esposito. Sul momento non comprese il
    senso di un’altra sua frase: “Il Cavaliere e
    Wanna Marchi mi stanno sulle palle, ma
    se mi capitano a tiro gli faccio un mazzo
    così”. Ora però ha capito tutto. Dunque
    Berlusconi e Wanna Marchi sono innocenti.



    _________________
    Tutto ciò che è umano, è soggetto all'umana vanità.



    Ciao Ospite Ben entrato su Sabor Latino e buona giornata

      La data/ora di oggi è Mar Ago 22, 2017 8:59 am